Progettazione

Ogni gioiello nasce da un disegno, un’idea, un pensiero.

L’abilità dell’orafo sta nel prendere questa suggestione e trasformarla in arte. La progettazione consiste nel dare una forma ad un’idea astratta di gioiello attraverso appositi software di disegno 3d. Le due fasi della progettazione sono la creazione e la gestione del file STL.

Prototipazione

La prototipazione rapida è una tecnica volta alla realizzazione fisica di un prototipo, per mezzo di una stampante 3d.

Lo scopo principale di questo tipo di tecnica è la notevole riduzione dei costi e dei tempi di realizzazione. La prototipazione rapida è una tecnica volta alla realizzazione fisica di un prototipo, per mezzo di una stampante 3d. Lo scopo principale di questo tipo di tecnica è la notevole riduzione dei costi e dei tempi di realizzazione.


Incassatura

È la tecnica che l’orafo utilizza per fissare le pietre preziose sui gioelli, principalmente sugli anelli.

Per prima cosa, l’orafo posiziona la pietra in un vano, chiamato castone, assicurandosi che sia ben adeso alle griffe. In un secondo momento procede a fare delle piccole incisioni sulla pietra, di modo che si assesti definitivamente nel castone. Per farlo utilizza uno strumento detto bulino. A questo punto l’orafo rimuove le griffe in eccesso.

Ci sono diversi modi per eseguire l’incassatura, che variano a seconda della creatività dell’orafo ma, soprattutto, dalla pietra che deve essere incassata.

Le tipologie sono varie: incassatura a griffes, all’inglese, a baffi, su lastra a granetta, a pavè, a punte ed invisibile.

Pulitura

Una volta realizzato il gioiello, l’orafo procede con le tecniche di pulitura del metallo, con lo scopo di ‘sgrezzarlo’ e renderlo lucido, pronto per essere indossato.

Per farlo adopera una serie di spazzole di diversa fattura, dalle più dure alle più morbide, in base alla fase di lucidatura del metallo.